24 Notizie

News 24 ore

Terreni virtuali per risolvere la crisi edilizia di Malta

La corsa alle costruzioni a Malta non mostra segni di rallentamento. La terra preziosa viene occupata, principalmente per scopi commerciali, tra cui presunti terreni ODZ. Dove il verde dovrebbe essere al centro della scena, invece troviamo piani per benzinai, centri commerciali o hotel. Ma cosa succede se c’è una soluzione, una che è improbabile che molti abbiano nemmeno preso in considerazione in questa fase, specialmente in termini di centri commerciali?

la prima grande vendita di terreni digitali

Una società di investimento canadese ha speso circa 2,2 milioni di euro per acquistare 6.090 piedi quadrati di terra virtuale, nel più grande affare del suo genere fino ad oggi. L’azienda, Tokens.com, si concentra sulla finanza decentralizzata (De-Fi), ha effettuato l’acquisto su Decentraland, un metaverso basato su blockchain in cui la criptovaluta viene spesa per personalizzare avatar, acquisire immobili e interagire con altri membri.

Nel caso di Token.com, il terreno digitale che hanno acquistato è una “tenuta di 116 pacchi nel cuore del quartiere di Fashion Street all’interno di Decentraland“. In sintesi, sarà utilizzato per tenere sfilate di moda digitali ed espandere i servizi di e-commerce con i marchi di moda. Ed è qui che diventa interessante.

metaverso

Usa la terra per l’energia rinnovabile o per una vita a prezzi accessibili

Una quantità crescente delle nostre interazioni e transazioni avviene online, che si tratti di incontrare amici, acquistare generi alimentari, vestiti o gadget digitali. Tuttavia, fare entrambe le cose contemporaneamente non ha ancora preso piede, ma questo è ciò verso cui il metaverso si sta costruendo. Immagina di andare al cinema in digitale con i tuoi amici e subito dopo dirigerti verso un centro commerciale, il tutto comodamente seduto a casa.

L’idea sembra inverosimilmente e forse ridicola per alcuni. Tuttavia, dobbiamo guardare a questo da una prospettiva futura; dove il mondo sarà tra 5, 10 e 20 anni?  Meta ha già investito milioni nel metaverso, così come Microsoft, e possiamo aspettarci che Google e Apple seguano l’esempio molto presto. Che ci piaccia o no, questo è il futuro, ma con la maggior parte del Big Tech che investono, la transizione sarà molto più facile.

Quindi, invece di costruire un centro commerciale dopo l’altro su terreni che possono essere invece sviluppati per le energie rinnovabili, come le farm di pannelli solari o gli alloggi a prezzi accessibili, non dovrebbe Malta ad investire in spazi digitali simili? Vale sicuramente la pena pensarci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.