24 Notizie

News 24 ore

Un robot infermiere del futuro

In futuro potrebbe non esserci bisogno dello scudo penale per i medici visto che l’iniezione verrebbe somministrata direttamente da un robot.

Una startup canadese composta da alcuni ricercatori dell’università di waterloo ha introdotto il primo robot in grado di eseguire iniezioni intramuscolari l’android si chiama cobionix kobe come diminutivo che potrebbe anche attirare la simpatia di tutti coloro che hanno paura degli aghi visto che per somministrare la dose kobe non usa una comune siringa bensì un getto di fluido ad alta pressione non più spesso di un capello umano.

Il co fondatore e ceo di cobionix ha inoltre affermato in una nota che il robot avrebbe molti altri vantaggi intanto potrebbe essere un modo efficiente per far fronte alla carenza di manodopera sanitaria oltre al fatto che kobe è in grado di scansionare i documenti d’identità di una persona per verificarne la correttezza e procedere alla ricerca del punto migliore sul corpo del paziente dove immettere il fluido.

Ma le competenze di kobe non si limiterebbero all’assistenza sanitaria e alla vaccinazione i suoi creatori affermano che il robot con opportune modifiche può essere adattato per altri campi tra cui quelli dell’automazione tecnologica e dell’ospitalità. Il vero valore di kobe starebbe nel fatto che può essere completamente automatizzato senza essere guidato da remoto.

Il robot non è ancora pronto per essere immesso sul mercato ma i suoi creatori contano di metterlo a punto nel giro di due anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.